Cell: 3313307832 – 3395256631 clubschermasantaflavia@yahoo.it

 

La Scherma è uno sport basato sulla velocità, la flessibilità, la coordinazione, i riflessi e la tattica.

Forza, concentrazione, spirito d'osservazione, perseveranza e autocontrollo sono qualità essenziali per uno schermidore.

Il gioco di gambe della scherma è paragonabile a quello della boxe. Per questo motivo questo sport viene descritto come "una partita a scacchi con i muscoli".

 

Gli atleti devono poter contare su un ottimo sistema respiratorio e cardiovascolare, ed essere capaci di recuperare velocemente, visto che la scherma può richiedere sforzi intensi che variano dai 5 secondi ai 3 minuti. Per mantenere e migliorare le condizioni fisiche gli schermidori esercitano muscolatura e flessibilità, in modo da rinforzare le giunture più sollecitate e i muscoli di braccia e gambe. Il jogging è un metodo eccellente per riscaldarsi e attivare il sistema cardiovascolare. Come regola generale gli schermidori di alto livello si specializzano in un'arma specifica. Raggiungere alti livelli richiede infatti anni di allenamento e molta disciplina. Una carriera di livello internazionale può durare 15/20 anni.

 

Fioretto – Il fioretto, è forse l'arma più elegante. Il fiorettista è un atleta leggero e riflessivo, che necessita più di agilità e di buone capacità tattiche che di una massa muscolare troppo imponente; proprio per questo il fioretto attrae in particolar modo i bambini, che scelgono quest'arma per iniziare il loro viaggio nel mondo della scherma agonistica. Il fioretto e' un'arma molto flessibile, con una lama a sezione quadrangolare, il cui tocco, di punta, deve colpire solo la parte anteriore del corpo dell'avversario, dal collo all'inguine, escluse, quindi, le braccia, le gambe e la testa. Dalla stagione 2009/2010, sara' considerato bersaglio anche la parte inferiore della "maschera" (chiamata gorgiera) che sara' elettrificata. L'uniforme dei tiratori di fioretto comprende un gilet metallico (chiamato lame') che copre l'area valida come bersaglio, l'unica che fa segnare il punto dalla macchina segnapunti. Una piccola spina e' attaccata alla coccia e collegata con un filo elettrico dentro la lama. Il fiorettista indossa un gilet, sopra la sua uniforme, che e' connesso, tramite una sorta di rocchetto, al filo elettrico nella coccia e ad un altro filo elettrico collegato alla macchina segnapunti. Sulla macchina ci sono due luci: una verde, che si accende quando il fiorettista viene colpito, e una rossa che si accende quando viene colpito l'avversario. Una stoccata tirata al di fuori dell'area del bersaglio (il torso) viene indicata da una luce bianca. Un colpo fuori dall'area del bersaglio non produce punteggio, ma ferma temporaneamente l'azione

 

Spada – La spada è l'arma forse più praticata, oltre ad essere quella più rappresentativa del duello terreno; è un arma molto complessa ad alti livelli, e in effetti il suo bersaglio comprende tutto il corpo, nulla escluso. La spada, discendente delle armi utilizzate nei duelli, assomiglia al fioretto, ma e' piu' pesante, e dotata di una coccia piu' grande, per proteggere la mano dai colpi dell'avversario. Ha una lama a sezione triangolare, con i lati concavi, e non deve superare in lunghezza i 90 centimetri. La bellezza della spada risulta palese solo se praticata da schermidori di alto livello, anche se la facilità di inizio ed il fatto che al contrario delle altre due armi non vi sia la convenzione la rende allettante soprattutto per i neofiti. Alla spada si deve il colore bianco della divisa da scherma: infatti i duelli combattuti con la spada erano al "primo sangue": qualsiasi ferita da cui uscisse sangue, su qualsiasi parte del corpo, determinava l'interruzione del combattimento e la sconfitta del duellante ferito. Per meglio evidenziare queste ferite era richiesto vestirsi integralmente in bianco. Nella specialita' della spada l'area del bersaglio comprende tutto il corpo, motivo per cui i tiratori di spada non indossano il lame', ma possiedono un'uniforme interamente elettrificata. Il punto viene segnalato dalle lampadine rosse e verdi sulla macchina segnapunti, ma, chiaramente, non esiste colpo non valido.

 

Sciabola – La sciabola e' la versione moderna degli "spadoni" utilizzati dai cavalieri medievali, ed e' simile, per peso e dimensioni, al fioretto. La sciabola è, a differenza delle altre due discipline, molto più veloce ed istintiva. Lo sciabolatore deve avere un'ottima resistenza fisica e grande mobilità nelle gambe, inoltre deve avere il pregio di riuscire a riflettere sulle sue azioni e, naturalmente, su quelle dell'avversario, nel minor tempo possibile. L'impugnatura consta di una coccia non superiore a 15 centimetri e la lunghezza massima consentita della lama e' di 105 centimetri. La principale differenza tra quest'arma e le altre due e' che la sciabola colpisce anche di taglio, e non solo di punta, e che l'area del bersaglio parte dalla testa e arriva fino all'inguine, escludendo solo le gambe. L'uniforme degli sciabolatori include una giacca metallica (chiamata lame') che copre l'area del bersaglio: anche la maschera e' diversa da quella utilizzata nelle altre due specialita', essendo dotata di una copertura metallica, poiche' anche la testa fa parte dell'area del bersaglio. Come nella spada, anche nella sciabola esistono due luci sulla macchina segnapunti, una verde e una rossa e i colpi fuori dall'area del bersaglio non vengono segnalati.

 

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di “terze parti”. Chiudendo il messaggio o navigando regolarmente dai il tuo consenso. Per conoscerne il funzionamento e bloccarli è possibile visualizzare l'informativa estesa cliccando sul link di seguito
Informativa sui cookies
Ok

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com